ARBITRATO

E-mail Stampa

Cos'è l’arbitrato e a cosa serve
L'arbitrato costituisce un metodo di definizione delle controversie civili che nascono da inadempimenti contrattuali, alternativo alla via giudiziaria, contraddistinto da alcuni aspetti essenziali:
- l’esistenza nel contratto di una clausola contrattuale (detta clausola arbitrale) che prevede la competenza della Camera Arbitrale di Terni a decidere la controversia o l’esistenza di un compromesso cioè un accordo tra le parti, separato dal contratto, nel quale le parti stesse affidano alla Camera Arbitrale la competenza a risolvere il conflitto insorto;
- l’imparzialità dell’arbitro nominato dalla Camera Arbitrale che emette un giudizio sulla controversia (lodo);
- la certezza dei tempi e dei costi. Il procedimento deve infatti concludersi entro 180 giorni dalla prima udienza e  ha un costo predefinito in base al valore della controversia fissato nel tariffario.

Il procedimento che si svolge di fronte alla Camera Arbitrale di Terni è un arbitrato amministrato, nel quale, cioè, le parti affidano l'organizzazione della procedura arbitrale alla Camera Arbitrale, che ne garantisce il corretto e trasparente svolgimento secondo le regole prefissate in un apposito Regolamento.

Clicca qui per visualizzare l'Elenco degli arbitri

Esiste anche la possibilità di attivare un arbitrato non amministrato, nel quale cioè la Camera non gestisce l’organizzazione della procedura; in questo caso l’interessato richiede solo la nomina dell’arbitro da parte del Presidente della Camera di Commercio. In tal caso non si applicano il Regolamento e le tariffe della Camera Arbitrale della CCIAA di Terni.

Il procedimento arbitrale si conclude con l’emissione da del lodo arbitrale. Il procedimento arbitrale può essere, secondo la scelta delle parti,:
- rituale quando il lodo assume il valore di sentenza (art.824-bis c.p.c)
- irrituale quando il lodo ha semplice valore contrattuale fra le parti (art.808 c.p.c.).

Procedura - arbitrato amministrato
Il procedimento arbitrale presso la Camera Arbitrale di Terni si attiva presentando apposita domanda alla Camera di Commercio, Ufficio Tutela del Mercato. Si può presentare la domanda solo in presenza di:
1. sottoscrizione di apposita clausola compromissoria nel contratto, che contenga il riferimento alla Camera Arbitrale di Terni;
2. stipula di apposito compromesso tra le parti.

I costi di attivazione della procedura e l’onorario da pagare all’arbitro o agli arbitri nominati sono stabiliti nel tariffario.
Il pagamento delle spese di attivazione della procedura (spese amministrative e di funzionamento) devono essere pagate con bonifico bancario con le seguenti coordinate:
Cassa di Risparmio di Orvieto
Codice IBAN:
IT 78 C 06220 14407 000000000332
Intestato a:
Camera di Commercio di Terni
Causale:
spese camera arbitrale

La documentazione comprovante il pagamento deve essere allegata alla domanda. In assenza del versamento il Consiglio arbitrale, trascorsi 15 giorni, dichiara l’improcedibilità dell’arbitrato.
La segreteria comunicherà la richiesta di avvio del procedimento al convenuto che dovrà presentare la risposta.

Procedura - arbitrato non amministrato
Il compromesso arbitrale o la clausola compromissoria (contenuta in un contratto o in uno statuto) possono prevedere che le controversie insorte siano deferite alla decisione di un arbitro (e non dalla Camera Arbitrale) e che questi debba essere designato dal Presidente della Camera di Commercio di Terni.
In tal caso non si applicano il Regolamento e le tariffe della Camera Arbitrale della CCIAA di Terni, trattandosi normalmente di arbitrato non amministrato.
Per procedere alla nomina, occorrerà depositare presso l’ufficio Tutela del mercato una apposita domanda.
La segreteria provvederà a comunicare il provvedimento di nomina all’istante ed all’Arbitro designato.
L’Arbitro contatterà le parti, fissando la prima udienza arbitrale, e proseguirà l’iter fino all’emanazione del provvedimento conclusivo (lodo).
L’onorario dell’Arbitro è stabilito dal singolo professionista nominato.

Sospensione dei termini e delle attività
Il deposito delle domande di arbitrato e di qualsiasi altro atto nonché il decorso dei termini previsti dal regolamento è sospeso di diritto dal 1° al 31 agosto compresi.

Orari e richiesta di copie di atti o documenti
L’ufficio addetto ai procedimenti arbitrali è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e il martedì e il giovedì anche il pomeriggio dalle ore 15,30 alle ore 16,30.

Imposta di bollo
Si ricorda che tutti gli atti delle parti, i verbali, le decisioni degli arbitri e il lodo sono soggetti all’imposta di bollo.

Si precisa, inoltre, che eventuali richieste di documenti, atti, copie e le richieste di ritiro del fascicolo di parte devono essere presentate per iscritto, a mano o via PEC ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) firmate secondo le normative vigenti; il rilascio avverrà entro 5 giorni lavorativi dalla data della richiesta.

Per informazioni rivolgersi a:
Segreteria Servizio di Conciliazione - Camera Arbitrale
Largo Don Minzoni n. 6 - 05100 TERNI
Tel.: 0744/489276-213 - Fax: 0744/406437
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tu sei qui: Tutela del Mercato Arbitrato

In evidenza

Tassa di concessione governativa: non è più dovuta per iniziare una attività di commercio ingrosso, impiantistica, autoriparazione, pulizia, facchinaggio, agente di commercio, mediatore Vai alla pagina

Vendita immobile di proprietà camerale
Disciplinare di vendita Vai al documento

Sbloccacrediti: per maggiori informazioni. Vai alla pagina

Manuale UnionCamere per il deposito degli atti societari al R.I. e Circolare Ministeriale
Adempimenti comuni per l'iscrizione e il deposito di atti societari al Registro delle imprese. Vai al sito

Manuale UnionCamere per il deposito dei bilanci
Vai al sito

Contatti

Camera di Commercio di Terni
Largo Minzoni 6 - 05100 Terni

Sede di Orvieto

Via G. Salvatori 1/H - 05019 Orvieto