TerniEconomia al passo con l'impresa!

DISEGNO/MODELLO ORNAMENTALE INTERNAZIONALE

Disegno o modello internazionale
A cosa serve
Con un'unica domanda presso l'Ufficio internazionale dell'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI) conformemente al sistema dell'Aia di registrazione internazionale dei disegni e modelli industriali si ottiene protezione del disegno o modello in diversi paesi.

Accordi AIA
Il sistema dell'Aia è basato sull'Accordo dell'Aia concernente la registrazione internazionale dei disegni e modelli industriali.
Tale Accordo è costituito da tre Atti differenti e autonomi: l'Atto di Londra del 1934, l'Atto dell'Aia del 1960 e l'Atto di Ginevra del 1999. Le parti contraenti possono decidere a quali atti aderire.
Esse diventano automaticamente membri dell'Unione dell'Aia, di cui attualmente fanno parte 42 Stati, tra i quali 12 Stati membri della UE (Belgio, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Slovenia e Spagna), 5 dei quali sono diventati parti dell'Atto di Ginevra (Estonia, Ungheria, Lettonia, Slovenia e Spagna).
La UE non è attualmente membro del sistema dell'Aia.

La procedura per richiederlo
La domanda internazionale può essere presentata in una sola lingua (inglese o francese) dietro pagamento di una sola serie di tasse, nella quale devono essere designati gli Stati nei quali chiede la protezione.
La domanda deve essere inviata direttamente all'Ufficio internazionale, il quale, dopo averne controllato la regolarità formale, la pubblica nell'International Designs Bulletin. A seguito di tale pubblicazione, ciascun ufficio nazionale designato deve procedere all'esame sostanziale eventualmente previsto dalla normativa interna.
Pertanto, tutti gli aspetti sostanziali della protezione (la valutazione delle condizioni di protezione e la portata di quest'ultima) sono esaminati da ciascuno stato contraente alla luce della propria legislazione.
L'ufficio nazionale può notificare all'Ufficio internazionale un rifiuto di protezione per il suo territorio, se mancano aspetti sostanziali oppure accettare la registrazione internazionale che produrrà in ogni stato lo stesso effetto che avrebbe prodotto un deposito nazionale.
Allo stesso tempo, la registrazione internazionale facilita il mantenimento della protezione, le procedure di rinnovo e di modifiche.

In evidenza

A partire dal 1 giugno 2019, la domanda di rilascio del certificato di origine deve essere presentata obbligatoriamente in modalità telematica.

PEC revocate o non valide Vai alla pagina

Tassa di concessione governativa: non è più dovuta per diversi tipi di attività Vai alla pagina

Applicazione bolli e diritti nelle pratiche telematiche al R.I. Vai alla pagina

La Guida Interattiva Nazionale Unioncamere per gli adempimenti societari
Individuare in modo interattivo gli adempimenti pubblicitari nei confronti del Registro Imprese.Vai alla pagina

Manuale UnionCamere per il deposito dei bilanci 2019 Vai alla pagina

Regolamento per la concessione di contributi agli Organismi di garanzia collettiva fidi Vai alla pagina

Contatti

Camera di Commercio di Terni
Largo Don Minzoni 6 - 05100 Terni

Sede di Orvieto

Via G. Salvatori 1/H - 05019 Orvieto

-----------------------------------------

  • Tel: +39 0744 4891
  • Fax: +39 0744 406437

  • Tel-Fax Orvieto: +39 0763 305556

  • PEC: cciaa@tr.legalmail.camcom.it
  • P.IVA: 00369490552
  • C.F.: 80000970550

Mi piace su Facebook Seguici su Twitter



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information