TerniEconomia al passo con l'impresa!

MARCHIO NAZIONALE

Il Marchio d'impresa è costituito da un segno distintivo che serve a contraddistinguere i prodotti che un'impresa produce o commercializza ovvero i servizi che fornisce.
Il Marchio può essere costituito da un segno, una parola, un logo, una dicitura, un patronimico,  una lettera, un colore o una serie di colori, la forma del prodotto o della confezione dello stesso, i suoni, le combinazioni e le tonalità cromatiche.
La registrazione del Marchio conferisce al titolare il diritto esclusivo di utilizzazione, vietandone ai terzi l'utilizzo senza il suo consenso.
La registrazione ha validità di dieci anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda ed è rinnovabile

La tutela del marchio nazionale copre il territorio italiano.

Prima di presentare domanda di registrazione di un marchio d’impresa è opportuno:

- effettuare una ricerca d’anteriorità: per controllare che esso non sia identico o simile a marchi precedentemente registrati; la ricerca può essere svolta su apposite banche dati: http://www.uibm.gov.it/bancadati/ o nel seguente link https://www.tmdn.org/tmview/welcome  
- Per quanto nessuna ricerca, per svariati motivi, potrà dare la sicurezza che non esista un marchio uguale o simile a quello che si intende presentare a protezione di prodotti/servizi uguali o simili, essa consente di effettuare un primo filtro e può comunque costituire un utile strumento di orientamento nella scelta del segno distintivo
- individuare le classi di appartenenza dei prodotti/servizi per i quali si intende ottenere la registrazione del marchio, utilizzando il Sistema internazionale di classificazione dei marchi (o sistema di Nizza per la classificazione dei marchi), che comprende 34 classi per i prodotti e altre 11 per i servizi. È sufficiente presentare una sola domanda per più classi.  A tal riguardo si può chiedere prima all'ufficio marchi e brevetti o comunque ricercare le voci di prodotti o servizi che intendono proteggere nella lista alfabetica ufficiale della classificazione di Nizza anche attraverso il programma dell’Uami TMclass: http://oami.europa.eu/ec2?lang=it

La presentazione della domanda
La domanda di registrazione per marchio d’impresa deve essere redatta su apposito modulo al link del MISE-UIBM e depositata presso una qualsiasi Camera di Commercio. In alternativa, la domanda potrà essere inviata per posta all'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – Divisione VIII - Via Molise 19 – 00187 Roma, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno oppure tramite il sito www.servizionline.uibm.gov.it .

Documenti da presentare allo sportello:
- Modulo di domanda: n. 1 originale e 2 copie
1) per il privato che deposita personalmente (richiedente)
2) per chi si fa assistere da un avvocato (modulo per rappresentante)
3) per i mandatari iscritti all'Ordine (modulo per mandatario).
- Occorre scegliere il modulo adatto, salvarlo sul computer, compilarlo, e stamparlo su pagine singole (no fronte retro). Durante la digitazione i caratteri tendono a rimpicciolirsi: evitare che il testo diventi illeggibile, allegando gli appositi fogli aggiuntivi con numerazione corrispondente al campo desiderato. Nel campo DOMICILIO ELETTIVO, è necessario indicare indirizzo e email e/o PEC che si desidera siano utilizzati per le comunicazioni
4) Modulo firmato del "Consenso al trattamento dei dati personali" reperibile nel link http://www.uibm.gov.it/index.php/la-modulistica
- I diritti di segreteria ammontano a € 40,00 (43,00 se si richiede la copia conforme) da versare direttamente alla cassa dell’ufficio o  sul c/c postale n. 11050051, intestato alla CCIAA di Terni (causale: diritti di segreteria).
- N.1 marca da bollo da € 16,00 (in aggiunta altra marca da bollo da € 16,00 se si desidera la copia conforme all’originale del verbale di deposito)
- Lettera d’incarico, atto di procura o dichiarazione di riferimento a procura generale (eventuale)
- Documento di priorità (eventuale)
- Atto di delega (eventuale).
- Dopo il deposito: Versamento all’Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara da effettuarsi esclusivamente attraverso l'utilizzo del modello F24 di € 101,00 tassa di registrazione comprensiva di una classe e di € 34,00 per ogni classe aggiunta.

Documenti rilasciati dall'ufficio:
Al termine della compilazione on line da parte dell’operatore (conversione del modulo cartaceo in domanda telematica) l’Ufficio Tutela del Mercato e del Consumatore della Camera di Commercio, dopo aver richiesto con mail ad UIBM il numero protocollo della domanda, rilascia al richiedente:
a) copia della domanda firmata e protocollata;
b) una ricevuta di presentazione;
c) il modello F24 precompilato per il pagamento delle tasse di concessione. (che non va riconsegnato all’ufficio né spedito all’UIBM)

Solo successivamente (con tempi a discrezione di quest’ultimo) l’UIBM rilascerà all’utente la definitiva ricevuta di deposito che reca come data di deposito la data del pagamento del modello F24.

MARCHIO COLLETTIVO
Oltre al marchio d'impresa, individuale, la normativa italiana tutela il marchio collettivo, che svolge la funzione di garantire l'origine, la natura o la qualità di determinati prodotti o servizi e per questo può, costituendo una eccezione, contenere riferimenti geografici nella denominazione.
In tal caso, peraltro, l'Ufficio italiano brevetti e marchi può rifiutare, con provvedimento motivato, la registrazione quando questi marchi potrebbero creare situazioni di ingiustificato privilegio o comunque recare pregiudizio allo sviluppo di altre analoghe iniziative nei territori interessati. L'Ufficio italiano brevetti e marchi ha facoltà di chiedere al riguardo l'avviso delle amministrazioni pubbliche, categorie e organi interessati o competenti.
L'avvenuta registrazione del marchio collettivo costituito da nome geografico non autorizza il titolare a vietare a terzi l'uso nel commercio del nome stesso, purché quest'uso sia conforme ai principi della correttezza professionale.
Alla domanda di registrazione del marchio collettivo deve essere allegato il regolamento concernente l'uso dei marchio, con il sistema di controllo e le sanzioni previste; le modificazioni regolamentari devono essere comunicate a cura dei titolari all'Ufficio italiano brevetti e marchi per essere incluse tra i documenti allegati alla domanda.

Anche per il deposito cartaceo delle domande presso l'Ufficio Tutela del Mercato e del Consumatore della Camera di Commercio sarà necessario utilizzare esclusivamente la modulistica cartacea reperibile sul sito dell’UIBM ed i pagamenti dovranno obbligatoriamente essere effettuati con modello F24.

Allegare alla modulistica da presentare anche un modulo firmato del "Consenso al trattamento dei dati personali" reperibile nel link  http://www.uibm.gov.it/index.php/la-modulistica

Costi del marchio collettivo:
- € 337,00 tassa di registrazione per una o più classi;
- n.1 marca da bollo da € 16,00 (in aggiunta altra marca da bollo da € 16,00 se si desidera la copia conforme all’originale del verbale di deposito);
- I diritti di segreteria ammontano a € 40,00 (43,00 se si richiede la copia conforme ) da versare direttamente  alla cassa dell’ufficio o  sul c/c postale n. 11050051, intestato alla CCIAA di Terni (causale: diritti di segreteria).

Esenzioni
Non pagano le Tasse di concessione governativa (art. 18 d.lgs. 460/97; art. 13-bis, tariffa allegata dpr 641/72) e l'imposta di bollo (art. 17 d.lgs.460/97; art. 27 bis Tabella allegato B dpr 642/72):
- ONLUS - Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (artt. 10 e 11 del dlgs n. 460/1997, iscritte nell'anagrafe delle Onlus, presso il Ministero delle Finanze - Agenzia Regionale delle Entrate);
- Associazioni di volontariato e le Cooperative sociali, iscritte nell'apposito registro tenuto dalla Regione;
- Federazioni sportive ed Enti di promozione sportiva riconosciute dal CONI.

Non pagano i diritti di deposito
(art. 2 Decreto 2/4/2007) :
- le università
- le amministrazioni pubbliche che hanno fra i loro scopi istituzionali finalità di ricerca
- le amministrazioni della difesa e delle politiche agricole alimentari

In evidenza

A partire dal 1 giugno 2019, la domanda di rilascio del certificato di origine deve essere presentata obbligatoriamente in modalità telematica.

PEC revocate o non valide Vai alla pagina

Tassa di concessione governativa: non è più dovuta per diversi tipi di attività Vai alla pagina

Applicazione bolli e diritti nelle pratiche telematiche al R.I. Vai alla pagina

La Guida Interattiva Nazionale Unioncamere per gli adempimenti societari
Individuare in modo interattivo gli adempimenti pubblicitari nei confronti del Registro Imprese.Vai alla pagina

Manuale UnionCamere per il deposito dei bilanci 2019 Vai alla pagina

Regolamento per la concessione di contributi agli Organismi di garanzia collettiva fidi Vai alla pagina

Contatti

Camera di Commercio di Terni
Largo Don Minzoni 6 - 05100 Terni

Sede di Orvieto

Via G. Salvatori 1/H - 05019 Orvieto

-----------------------------------------

  • Tel: +39 0744 4891
  • Fax: +39 0744 406437

  • Tel-Fax Orvieto: +39 0763 305556

  • PEC: cciaa@tr.legalmail.camcom.it
  • P.IVA: 00369490552
  • C.F.: 80000970550

Mi piace su Facebook Seguici su Twitter



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information