TerniEconomia al passo con l'impresa!

TRASCRIZIONE

Le istanze di trascrizione servono a rendere pubblici, e quindi opponibili ai terzi, atti, verbali e sentenze relativi a fatti modificativi dei diritti di proprietà industriale, intervenuti dopo il deposito originario, nonché a stabilire la continuità dei trasferimenti avvenuti a seguito di successione ereditaria.
Sono oggetto di trascrizione, ai sensi dell’ art. 138 DLgs 10/2/2005 n. 30, gli atti tra vivi, a titolo oneroso o gratuito che costituiscono, modificano o trasferiscono diritti sui titoli di proprietà industriale. Rientrano in tale tipo di istanza, a titolo di esempio:

- la cessione parziale o totale di un brevetto, di un marchio o di altro titolo di proprietà industriale;
- la cessione di azienda, di un ramo di azienda o la fusione tra aziende;
- la cessione totale o parziale del diritto d’uso di un marchio o di sfruttamento di un brevetto a titolo oneroso   o gratuito;
- gli atti tra vivi che costituiscono, modificano o trasferiscono diritti personali o reali di godimento, privilegi speciali o diritti di garanzia;
- il verbale di pignoramento o di aggiudicazione a seguito di vendita forzata;
- i testamenti e gli atti che provano l’avvenuta successione legittima e le sentenze relative;
- le domande giudiziali e le relative sentenze in caso di rivendicazione di diritti di proprietà industriale o di conversione di titoli nulli.

Nel caso in cui la trascrizione riguarda più titoli di proprietà industriale, sia concessi che allo stato di domanda, è sufficiente una sola istanza a condizione che il beneficiario del cambiamento di titolarità o dei diritti di godimento o garanzia o dell’atto da trascrivere, sia lo stesso.
La richiesta di cancellazione di una trascrizione deve essere fatta nelle stesse forme e con le stesse modalità stabilite per la presentazione delle domande di trascrizione.

L’istanza deve contenere l’elenco dei titoli che sono oggetto di trascrizione, specificando la natura di ciascun titolo, la data, il numero di deposito o di concessione.
Per ulteriori informazioni relative al deposito dell’istanza, consultare il sito del MISE

In evidenza

A partire dal 1 giugno 2019, la domanda di rilascio del certificato di origine deve essere presentata obbligatoriamente in modalità telematica.

PEC revocate o non valide Vai alla pagina

Tassa di concessione governativa: non è più dovuta per diversi tipi di attività Vai alla pagina

Applicazione bolli e diritti nelle pratiche telematiche al R.I. Vai alla pagina

La Guida Interattiva Nazionale Unioncamere per gli adempimenti societari
Individuare in modo interattivo gli adempimenti pubblicitari nei confronti del Registro Imprese.Vai alla pagina

Manuale UnionCamere per il deposito dei bilanci 2019 Vai alla pagina

Regolamento per la concessione di contributi agli Organismi di garanzia collettiva fidi Vai alla pagina

Contatti

Camera di Commercio di Terni
Largo Don Minzoni 6 - 05100 Terni

Sede di Orvieto

Via G. Salvatori 1/H - 05019 Orvieto

-----------------------------------------

  • Tel: +39 0744 4891
  • Fax: +39 0744 406437

  • Tel-Fax Orvieto: +39 0763 305556

  • PEC: cciaa@tr.legalmail.camcom.it
  • P.IVA: 00369490552
  • C.F.: 80000970550

Mi piace su Facebook Seguici su Twitter



We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information